LEGENDS VITTORIOSI A CALCINAIA

AEFFE MACHINERY CALCINAIA – LEGENDS CARRARA 42 – 55
( 8-11 / 13-14 ; 9-16 / 12-14)
AEFFE MACHINERY CALCINAIA PI: La Pusata 3, Franceschini 10, Nelli 7, Giannoni 0, Raimo 4, Dini 6, Meazzini 1, Vanni 3, Falchi 8; n.e. Catarsi, Lupi, Susini. All. Pietro Leoncini.
BASKET CARRARA LEGENDS: Benfatto 4, Mazzoni 7, Pennucci 2, Malcontenti 0, Gasparotti 18, Nicoli 0, Coppelli 9, Diamanti M. 6, Figlié 9; n.e. Marrazzini, De Angeli, Morisi. All. Paolo Gallerini.
ARBITRI: Massimiliano Marchi e Leonardo De Santi di Lucca.
A Calcinaia mister Paolo Gallerini centra tutte le contromisure alle sbavature occorse nella partita persa (sebbene di appena 2 punti) a Carrara nel turno di andata e ne risultano dei Legends “in palla” come non mai, che guadagnano lo spareggio in arrivo, rifilando per giunta una netta sconfitta interna a una squadra nota anzitutto proprio per la sua potenza in casa. Cronaca…
I Legends Carrara si presentano con capitan Benfatto playmaker e Nicoli ala-guardia, Coppelli ala e Michele Diamanti ala-pivot, Figlié centrale; presto poi Gasparotti al posto di Nicoli brevemente rilevato da Malcontenti, Mazzoni a concedere rifiato a Benfatto, Pennucci a rinforzare di frequente il “filtro” difensivo.
I padroni di casa ribattono con La Pusata sovente rimpiazzato da Franceschini in cabina di regia, Nelli guardia talvolta sostituito da Giannoni, Raimo e Dini all’ala dove farà capolino pure Meazzini; al centro c’è Vanni al quale Falchi darà più di una volta il cambio.
L’inizio dei locali, che si ritrovano subito avanti per 5-0, sembrerebbe in linea con la loro partita “carrarese”. Tuttavia, le “Leggende” stavolta riordinano presto fila e idee ed ecco che Coppelli firma il canestro del sorpasso che fa 8-9, subito dopo un ispirato Figlié consente agli ospiti di chiudere il primo quarto sull’ 8-11 a favore e di portarsi sull’ 8-13 in apertura del secondo. Ancora Figlié pone quindi la propria firma su quel 14-21 che segnala come i giallo-viola stiano spiccando il volo, tanto da chiudere sul 21-25 la seconda frazione di gara, perfino sul 30-41 la terza. Con poca storia infine l’ultima parte del match e il conclusivo 42-55 dice tutto. Venerdì prossimo, 29 Maggio, spareggio di nuovo alla “Dogali”.